COME SCONFIGGERE TUTTI I TUOI DUBBI

Avete mai avuto esperienza, nella vostra vita, in qualsiasi campo, del fatto che i dubbi sono spesso peggiori dei problemi?

Danno più fastidio, sono più urticanti, più difficili da debellare.

Se vi è tornato alla mente almeno un caso in cui avete provato ciò di cui parlo, avete presente già il perché, anche inconsapevolmente.

Un problema, infatti, è spesso qualcosa di pratico che incontriamo mentre siamo occupati ad agire: spesso ci siamo già messi in movimento e il problema ci si staglia davanti, impedendoci di continuare il cammino.

Piccolo esempio di vissuto comune: stiamo scegliendo un ristorante in cui festeggiare una ricorrenza con la nostra famiglia. Abbiamo quindi già scelto, vogliamo chiamare per prenotare, ed ecco lì che ci si para davanti un bel problema: come raggiungere il posto, visto che si trova in un paesino accessibile principalmente prendendo la funivia e noi soffriamo terribilmente l’altezza? Certo, ci si può arrivare in macchina, ma il tragitto è infinito e tutto curve e faremmo soffrire nostra madre che ha invece il mal d’auto. La soluzione risiederà probabilmente nel dividerci. Vedete come il problema è in questo caso qualcosa di pratico che incontriamo quando abbiamo già deciso, abbiamo agito e non riusciamo a fare il passo successivo per completare l’azione e prenderci ciò che vogliamo?

Il dubbio è molto più infido: molto spesso si insinua come un tarlo e ci impedisce fin dall’inizio di passare alla fase dell’azione!

Pensate a quel corso in palestra a cui volevate iscrivervi, quando siete stati presi di mira da una frotta di dubbi: “Non sarà troppo caro? Ma poi siamo sicuri che avrò voglia di seguirlo? Non è che sono tutte super allenate e ci faccio la figura della pippa?”.

Come va a finire nella maggior parte dei casi lo sapete bene voi quanto me: all’azione ed ai primi problemi operativi non ci si arriva proprio, i dubbi ci assalgono, si sedimentano mettendo radici e ci impediscono di fare il passo successivo.

Da consulente finanziaria, quando parlo con qualcuno che non ha mai investito i propri soldi, nonostante avesse iniziato ad informarsi, 99 volte su 100 è stato per colpa di uno o spesso più dubbi, quasi mai di problemi, che molto spesso sono risolvibili.

E molto spesso, purtroppo, mi rendo conto che non è così facile trovare una soluzione e quindi una risposta a quei dubbi: a volte non trovi il consulente giusto per te, a volte sei sommerso da mille altre cose e il fatto di investire i tuoi soldi ti sembra rimandabile e quindi non così urgente.

E allora come si fa?

Di sicuro una buona educazione finanziaria ti permette di riuscire ad orientarti meglio: non è importante che tu sappia tutto, ma che abbia alcuni concetti di base ben chiari in modo che tu possa creare collegamenti e capire anche cose mai sentite prima.

A volte non ci si affanna troppo, quando si tratta di investire, a trovare una risposta ai propri dubbi perché quello che c’è dall’altra parte e che si potrebbe ottenere non sembra poi così allettante.

Io stessa all’inizio peccavo di nebulosità e di scarsa concretezza (mi ci ha fatto riflettere proprio una ragazza del Mag Tonico, ciao Claudia! 😉): è vero che quando parli di “investimenti per il proprio futuro”, ognuno è libero di metterci e di rappresentarsi il futuro che più gli aggrada e l’obiettivo che vuole raggiungere, ma più spesso la nostra mente, in mancanza di un appiglio concreto, dichiara sciopero, incrocia le braccia e passa alla prossima bolletta da pagare o al prossimo vestito da comprare.

Ecco: ti piacerebbe ritrovarti dei soldi da parte, più di quelli che avresti avuto lasciandoli a poltrire sul conto corrente, per non avere più l’ansia delle bollette o poterti regalare quel vestito che guardi in vetrina sbavando? Oppure, vorresti investire in quel corso dedicato alla scrittura per il tuo business che al momento non pensi di poterti permettere? Magari tra qualche anno potrai farlo e potrai anzi permetterti ben di più, ad esempio quell’Academy di un anno in cui svilupperai con molta più completezza la tua idea imprenditoriale.

Insomma, creandoti una buona base di educazione finanziaria potrai, affidandoti ad un professionista, far sì che le potenzialità contenute in ciò che risparmi (svogliatamente) senza obiettivi fino ad ora diventino una realtà. Molte persone che leggono il mio blog mi dicono che pensavano che le cose fossero più difficili di così e soprattutto non alla loro portata: è bastata la lettura di alcuni post che dedico all’educazione finanziaria per spalancare delle porte finora chiuse.   Investire i tuoi soldi oggi potrebbe così voler dire investire su te stesso, e questo vale tanto che tu sia dipendente quanto che tu sia freelance.

Che ne dici, ne vale la pena di tirarsi su le maniche e provare a trovare una risposta a quei dubbi?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...